Le annate

Le annate


2007

Prima annata prodotta, sono state fatte diverse potature per cercare di intuire il miglior equilibrio della pianta. L’andamento climatico è stato particolarmente favorevole, con un tempo soleggiato e mite durante tutta la fase di maturazione dell’uva, che è stata raccolta il 3 novembre.

2008

Non prodotto.

2009

Annata molto piovosa, specie nei mesi chiave di settembre ed ottobre, il che ha reso necessari numerosi passaggi in vigna per selezionare i grappoli. Riducendo le rese, abbiamo ottenuto un uva molto matura, un po’ in controtendenza con l’annata. Vendemmia 31 ottobre.

2010

La 2010 è stata un’annata meno piovosa ma con temperature non troppo elevate. Uva molto più sana, minori passaggi in vigna, vendemmia il 5 novembre.

2011

Annata dalle condizioni climatiche altalenanti, con caldo e piogge abbondanti. Ciò ha portato ad una riduzione drastica delle rese, e ad una maturazione esasperata dei grappoli (vendemmiati il 29 ottobre. Il vino presenta un residuo zuccherino che rende l’annata molto particolare (O’gnostro è un vino secco!).

2012

Annata molto regolare, con estate calda e soleggiata e tempo clemente anche in autunno. Vendemmia il 6 novembre.

2013

Altra annata resa difficile dalle ingenti piogge, che hanno ridotto le rese e reso complicata la raccolta, avvenuta l’8 novembre.

2014

La stagione estiva è stata caratterizzata da un’abbondanza di pioggia senza precedenti. Per fortuna l’autunno ha visto temperature abbondantemente al di sopra delle medie, il che ha permesso la maturazione delle uve, raccolte il primo novembre. Ciò che mi ha colpito è che le foglie hanno iniziato a tingersi di rosso nella seconda metà di ottobre. Vendemmia 1 Novembre

2015

Annata dal clima caldo, con assenza di piogge per 3 mesi consecutive. Anche quest’anno le foglie han cominciato a tingersi di rosso verso la fine di ottobre, sicuramente per la mancanza di freddo, che quest’anno ha comportato anche un effetto insolito: una minor concentrazione zuccherina (nonostante una perfetta maturazione polifenolica). Ad ottobre sono arrivate piogge ed alluvioni (con la tragica esondazione del calore a Benevento), la vendemmia si è svolta il 27 ottobre

2016

Ultima annata prodotta in Sicilia, per questo prende il nome di “Last Trip to Sicily”. L’annata molto piovosa mi ha portato a declassare le uve e così mi sono congedato dall’esperienza siciliana con un prodotto che ha reso omaggio alle prime dieci vendemmie.

2017

Annata molto calda, dal grado zuccherino elevato (15,5%). Ciononostante le fermentazioni sono andate stavolta a buon fine (dagli errori si impara) soprattutto grazie alla guida esperta del Maestro Mario Fontana (Cascina Fontana) a Perno di Monforte d’Alba, dove ho avuto il piacere e la fortuna di lavorare per un anno, imparando un pò meglio a vinificare una materia complessa come l’aglianico, ricercando maggiore eleganza

2018

Prima annata Milanese, clima fresco e piovoso, il vino risulta avere un minor grado alcolico (14,1%) ed una bellissima eleganza. Questa annata mi è particolarmente cara perchè segna l’inizio della vinificazione in una cantina propria. In quest’anno inoltre viene aggiunto per la prima volta il vino Bianco

2019

Annata decisamente più energica, attualmente in affinamento.